Umi il brand del futuro

Nell’ultimo decennio, il marchio UMI si è affermato in Cina con successo nel settore della telefonia, divenendo ben presto un simbolo di garanzia e qualità in continua espansione.

UMI può contare su un intero team di esperti creatori e produttori, che hanno fatto della tecnologia un vero e proprio stile di vita.
A partire dallo smartphone X1, per giungere all’ultimo, ancora in sola sponsorizzazione, UmiZero, si sono succeduti una serie di modelli perfettamente equilibrati: un mix d’alta tecnologia, design innovativi e materiali eco-sostenibili.
Curare ogni dettaglio nella produzione degli smartphone, e progettarli grazie a sofisticati hardware, è la missione UMI. E sembra riuscire alla perfezione perché i raffinati telefoni cellulari del brand, sbarcano anche in Italia con medesimo successo.
Acquistare uno smartphone UMI, significa possedere un cellulare unico, vi conquisterà inizialmente la forma di notevole impatto scenico. Un design talmente compatto da non avere rivali, l’ultimo tipo ha uno spessore di 6,4 mm, ciò significa che è più piccolo di qualunque altro smartphone sia mai stato messo in commercio. Ne giova non solo la linea, anche la maneggevolezza e la leggerezza, che a conti fatti non raggiunge i 140 gr.

Per ottenere una tale compattezza, mantenendo invariate se non sublimate le qualità, è stata studiata un’innovativa quanto geniale tecnica di produzione in lega d’alluminio e magnesio.
Possedere uno smartphone UMI, ad esempio il modello Iron, significa avere tra le mani un Full Hd di eccellente qualità, in una stupefacente fascia di prezzo che parte da 200 euro e non supera i 300 euro.
Gli intenditori sapranno che di solito, con una cifra del genere, si hanno qualità leggermente inferiori, gli smartphone UMI garantiscono invece:
– temperatura tarabile per colori più vivi,
– ottima luminosità anche all’aperto,
– touch perfetto e oleofobico,
– batterie fino a 3350 mAh con alta capacità e autonomia,
– fotocamera e multimedia ineccepibili,
– memoria interna da 16 gb più espandibile,
– software in continuo aggiornamento.
Un’altra dote incredibile, è il rafforzamento chimico che viene conferito al vetro di ogni telefono cellulare prima della messa in produzione, per una maggiore durata.
UMI, anche e soprattutto con l’ultima linea “Zero”, da poco lanciata, abbatte le vecchie frontiere e spalanca le porte a un nuovo modo di concepire gli smartphone.
Si conferma un brand affidabile e di qualità, per questo possedere uno degli smartphone Umi è considerato un lusso alla portata però di tutti.

Stile meizu lo stile che ti manca

Fino a non molti anni fa, i prodotti elettronici provenienti dalla Cina (soprattutto i cellulari) erano puntualmente associati alle copie contraffatte dei modelli più popolari in occidente, o comunque etichettati come merce di pessima qualità.
Effettivamente ciò era almeno in parte vero in passato, ma i tempi sono decisamente cambiati, e ben lo sa chi si occupa di tecnologia: seppure dall’Asia continuino ad arrivare anche smartphone-clone e dispositivi del tutto inaffidabili, ci sono al contrario diversi marchi cinesi che negli ultimi tempi si sono distinti per l’elevata qualità dei propri terminali, spesso affiancati nelle varie ‘Top 5’ ai dispositivi delle aziende più popolari.
Il caso più eclatante è probabilmente costituito da Huawei e dal suo sub-brand Honor, che oggi propongono smartphone Top di gamma Android caratterizzati da una qualità costruttiva impeccabile e caratteristiche tecniche invidiabili ad un prezzo decisamente invitante se paragonato a quello dei diretti concorrenti.
Ma quello di Huawei non è un caso isolato, e non si può certo considerare un’eccezione: altri marchi cinesi sono sempre più popolari tra i consumatori occidentali, basti pensare ai tanti italiani felici possessori di smartphone Xiaomi o Meizu.
Mobile phone
Proprio Meizu si è fatta particolarmente notare per la sua offerta di smartphone dalle prestazioni eccezionali e dal design curato, decisamente interessanti per chi è alla ricerca di un dispositivo dall’alto rapporto qualità-prezzo.
L’ultimo arrivato, il Meizu MX5 che va a sostituire il già eccellente MX4 Pro, presenta delle caratteristiche tecniche che rasentano la perfezione: display con diagonale da 5,5” per una risoluzione di 1920x1080px e CPU octa-core da 2,2 Ghz con 3Gb di Ram, che garantiscono un’estrema fluidità in ogni situazione. Ma il vero punto di forza del Meizu MX5 è la multimedialità: la sua fotocamera posteriore è infatti in grado di catturare immagini ad una risoluzione che supera i 20MP e riprendere filmati in formato 4K.
Il suo ‘fratello minore’, il Meizu M2 Note, presenta caratteristiche un po’ meno performanti, ma ha dalla sua il vantaggio di un prezzo estremamente vantaggioso. Si tratta di un dispositivo Dual Sim con display da 5,5” e risoluzione di 1920x1080px, alimentato da un processore octa-core da 1,3Ghz e da 2Gb di Ram.
Manca poi pochissimo al lancio sul mercato di un altro ‘gioiellino’ firmato Meizu, ovvero M2 Mini, che a dispetto del nome presenta una diagonale dello schermo da 5”, e che come tutti i modelli proposti da Meizu è equipaggiato con Flyme, un sistema operativo su misura basato su Android.