Il bello ed il brutto del web

I bambini devono approcciarsi alla tecnologia sin da piccoli, non da piccolissimi ovviamente, ma già da quando iniziano la scuola è giusto che abbiano la possibilità di imparare ad utilizzare i mezzi tecnologici.

Non ci riferiamo a smartphone e tablet con cui i bambini, anche sotto i sei anni, hanno molta dimestichezza, ma all’utilizzo del personal computer.

È importante, infatti, dotare i bambini che vanno a scuola di un personal computer come quelli in vendita sul sito https://www.haxteel.eu/

Molti penseranno: ma non sono troppo piccoli i bambini che vanno alle scuole elementari? Non è pericoloso che abbiano la possibilità di navigare sul web?

Certo, il web può essere molto pericoloso; proprio per questo motivo, un bambino che utilizza il pc deve essere sempre monitorato dai genitori.

Il web, infatti, è un posto bellissimo e ricco di informazioni e possibilità ma, come il mondo esterno, può essere ricco di insidie.

Ad esempio, sono molti gli adolescenti che hanno avuto problemi a causa dell’uso distorto dello smartphone e dei social network.

Come diciamo sempre, non sono gli strumenti in sè il pericolo ma l’uso che si fa di essi.

Se ragazzine che hanno meno di diciotto anni pubblicano sui loro profili social, foto ammiccanti e provocanti, è possibile, purtroppo, che qualche malintenzionato possa provare ad adescarle.

I minori devono essere sempre tenuti sotto controllo dai loro tutori, un eccesso di libertà potrebbe essere dannoso; non perché il web è cattivo, ma perché è sbagliato l’uso che di esso si fa.

È anche sbagliato, ad esempio, che i ragazzini stiano troppe ore a giocare online, non perché i videogames siano pericolosi ma perché tendono a distrarre molto dallo studio. Molti ragazzini hanno ammesso che, mentre studiano, pensano sempre ai videogiochi; hanno fretta di finire i compiti che, quindi, non svolgono nel migliore dei modi, perché non aspettano altro che mettersi a giocare online. In questo caso, è necessario dare delle regole: non più di una o due ore al giorno davanti ai videogames, altrimenti i ragazzini e le ragazzine daranno priorità a questi anziché alle cose importanti.

Inoltre, i videogames online sono dotati di chat e, purtroppo, molti malintenzionati sono lì perché sanno che sono molti i minori che giocano online; quindi, è giusto che un genitore controlli anche le chat dei propri figli.

Gli adolescenti, ovviamente, detestano il fatto di essere controllati; ma è giusto farlo, non si deve concedere troppa libertà.

Nonostante il web, purtroppo, nasconda delle insidie è comunque giusto che i bambini e gli adolescenti sappiano di cosa si tratta e, soprattutto, che sappiano utilizzare il web per le cose positive che esso offre. Infatti, online si possono fare delle ottime ricerche per approfondire i temi di studio, si possono scoprire tante cose nuove e si possono fare anche corsi online per imparare una nuova lingua.

Il web offre tante cose belle, insegniamo ai bambini ad utilizzare quelle!

Il grafico: il professionista delle immagini.

Nell’immaginario di molti il grafico è colui che è in grado di compiere delle ‘magie’ sulle immagini, grazie all’utilizzo di photoshop e di un professional computer, scopri la vasta gamma di pc visitando il sito www.pcassemblati.eu

In realtà, il grafico è un professionista che, per poter svolgere il suo mestiere, deve formarsi sempre ed essere dotato di un’enorme fantasia.

Le tipologie di grafico professionista possono essere quattro (si differenziano in base ai settori in cui operano):

  • Il grafico che lavora in ambito web: in questo settore il grafico si occupa di realizzare le immagini che vengono inserite sui vari strumenti utilizzati per la comunicazione sul web; si occupa della progettazione grafica di siti oppure di videogame. Spesso, in questi ambiti la figura del grafico e del web designer coincidono.
  • Il grafico che lavora in ambito televisivo: il professionista che si occupa della grafica in questo settore lavora realizzando tutti i sottotitoli che appaiono e scorrono sullo schermo della nostra tv, oppure realizza gli effetti speciali delle trasmissioni televisive.
  • Il grafico che lavora in ambito pubblicitario: il professionista della grafica che si trova ad operare in questo settore potrebbe sia occuparsi della realizzazione delle immagini di brochure, volantini e cartelloni pubblicitari ma anche del packaging dei prodotti di un’azienda.
  • Il grafico che lavora in ambito editoriale: il professionista della grafica che si trova ad operare nel settore editoria si potrebbe occupare dell’impaginazione di un libro (che contiene immagini) o del modo in cui appaiono le notizie che vengono pubblicate sulle riviste cartacee.

Il grafico non solo deve conoscere in maniera perfetta i suoi strumenti di lavoro (il pc è e sarà sempre il suo fedele compagno di avventure) ma deve anche essere dotato di tanta creatività; è come se fosse un artista, ed in effetti è l’artista delle immagini!

Quando svolge il suo lavoro, il grafico deve collaborare e confrontarsi con tutte le persone che cooperano al progetto; nell’immaginario di molti, il grafico sta tutto il giorno davanti al suo professional computer e non rivolge parola a nessuno, non è affatto così… anzi! Questo tipo di professione richiede un continuo confronto anche con chi commissiona il lavoro, per vedere se l’idea del cliente e quella del grafico corrispondono. Spesso le aziende richiedono al grafico anche degli incontri in sede per monitorare gli step del lavoro; quindi, è importante che un grafico professionista abbia sia un professional computer dotato di schermo enorme, in modo tale da poter lavorare le immagini in maniera più precisa, ma ha anche bisogno di un notebook così da potersi portare sempre dietro il suo lavoro.

Avrai capito che il mestiere del grafico non è affatto semplice e che, per fare il suo lavoro, questo professionista non solo deve essere altamente formato ma anche dotato di pc performanti necessari per svolgere al meglio la sua mansione.

Vorresti fare questo lavoro?

Allora segue dei corsi di formazione, metti tutta la tua passione e la tua fantasia e preparati a passare tante ore davanti al tuo professional computer.