Le attrazioni di capri: i faraglioni

Capri è sempre stata una delle mete dove amo trascorrere un periodo di vacanza. La sua atmosfera rilassata e placida è qualcosa che attrae e nello stesso tempo ricarica.

Ci sono dei luoghi e delle attrazioni che non ci si stanca mani di guardare, tra cui i famosi faraglioni, la piazzetta (Piazza Umberto I), la grotta Azzurra, il mare e le spiagge, i panorami.

I faraglioni
Capri è famosa anche per i suoi pittoreschi faraglioni, che sono la sua cartolina storica e si possono ammirare sia dal mare che dai vari affacci panoramici.
Ecco alcune informazioni sui faraglioni di Capri: sono tre, uno dei quali è attaccato alla terra ferma, chiamato Stella, e gli altri 2 invece sono in mare a distanza ravvicinata e uno di questi ha un bellissimo arco naturale. Si chiamano rispettivamente “faraglione di mezzo” e “di fuori”. Svettano sulla costa caprese da un’altezza di circa 100 metri. Il momento migliore per ammirarli è quello del tramonto, quando la luce si riflette sulla roccia. Se invece volete vederli da vicino, potete scegliere di noleggiare un’imbarcazione o fare un tour organizzato.
Capri si raggiunge con l’aliscafo e sull’isola non c’è traffico veicolare che garantisce tranquillità e aria pulita.

The Fariglioni Rocks of the Island of Capri in Southern Italy

Un caffè in piazza
La piazza Umberto I che dai capresi è semplicemente chiamata “a chiazz”, è il punto di ritrovo per tutti i turisti che arrivano da ogni parte del mondo. Non è difficile incontrare tanti VIP che dell’isola apprezzano l’esclusività e le bellezze paesaggistiche.
Qui non si può rinunciare a prendere in caffè, un cocktail o un aperitivo a uno dei tanti tavoli dei numerosi bar. In piazza si trova il municipio , l’ufficio informazione ed è il luogo privilegiato per non perdere splendidi tramonti. Fare una passeggiata sul corso e vi potrete anche dedicate allo shopping.

La grotta Azzurra
E’ una delle attrazioni più ambite di Capri, questa fantastica grotta dai colori che sono uno spettacolo che incanta.
Si raggiunge con la barca a remi e, per riuscire ad attraversare l’entrata attraverso un arco alto circa un metro, bisogna abbassarsi nella barca. Si entra e sembra di non vedere nulla, ma all’improvviso si svelano i riflessi azzurri dell’acqua e si sente l’eco. E’ uno dei luoghi più belli al mondo e si trova proprio su quest’isola baciata dal sole e dalle bellezze naturalistiche.

Le spiagge più belle
Per una giornata al mare, per prendere il sole e rilassarsi potete scegliere Marina Piccola di fronte ai Faraglioni, mentre Marina Grande è nei pressi del porto.
I bagni di Tiberio sono una spiaggia dove si intravedono sott’acqua i resti della villa romana del sovrano. Il Faro di Punta Carena è la spiaggia forse più tranquilla di Capri, ideale anche per bambini.

Il pollo che bontà

Cucinare il pollo

Il pollo è una delle carni bianche che si possono cucinare in tanti modi diversi e tutti molto gustosi.
Il pollo, infatti, si presta a essere preparato sotto forma di fettine, a bocconcini, in padella, al forno in pezzi, fritto, impanato, fino al girarrosto, acquista modelli professionali cercali online su giemmespoleto.com.
Mangiare pollo significa anche avere a disposizione un secondo piatto di carne leggero e non grasso, se viene cotto al vapore, alla griglia o alla brace.
Il sapore della carne di pollo viene esaltato soprattutto dalla cottura del sottile strato di pelle che lo ricopre e che diventa croccante con una cottura lenta e con l’aggiunta di aromi per l’arrosto, come il rosmarino, tra il più classico degli odori, ma anche con un mix di aromi come aglio, cipolla, paprika, curry, curcuma e molto altro ancora.
Proprio la presenza della pelle che contiene l’unica parte grassa di questo alimento, potrebbe anche evitare l’uso dell’olio in quanto, specialmente se cotto al forno, riesce a dorarsi istantaneamente.
L’aggiunta per esempio di sale e succo di limone sia al forno che in padella fritto, restituisce un sapore aromatico molto deciso che è tra quelli più apprezzati dai buon gustai di questa carne.
chicken

Le preparazioni con la carne di pollo
Se amate la bontà del pollo avete innumerevoli preparazioni a disposizione che riguardano anche la cucina estera, come per esempio quella orientale, che del pollo ha fatto uno degli ingredienti principe che si sposano con tantissimi sapori: con la salsa agrodolce, alle mandorle, al bambù, fino a quelle più tradizionali italiane con i funghi, i peperoni o alla cacciatora, dove l’aggiunta del pomodoro rende la carne di pollo ancora più morbida e deliziosa, da gustare con il sugo che si viene a creare a fine cottura.
Un altro modo di gustare il pollo è quello di preparare le scaloppine, prima impanate nella farina, scottate poi in padella e rese morbide dall’aggiunta di una noce di burro, di mezzo bicchiere di latte e un cucchiaio di farina con un po di scorza di limone.

Il pollo al girarrosto
Il pollo al girarrosto o allo spiedo è la preparazione più classica e più esaltante del gusto di questa carne bianca.
Prima di inserirlo nei ferri bisogna immergerlo in una marinata a base di odori e olio evo. Dovrà essere completamente ricoperto e rigirato di tanto in tanto per circa 5 ore.
Infilzatelo avendo cura di non far pendere le ali, che altrimenti brucerebbero. Durante al cottura, che durerà circa 45 minuti, bagnatelo con l’olio della marinata e servite con una salsa per grigliate.
Potete acquistare il girarrosto in modo semplice su internet potendo scegliere tra vari modelli e forme a prezzi interessanti.

Vegan food

Cosa si mangia con la dieta vegana

La dieta vegana è a base esclusivamente vegetariana e di conseguenza esclude tutto ciò che è di derivazione animale come carne, pesce, uova, latticini fino al miele.
A primo impatto abituarsi a mangiare vegano potrebbe sembrare complicato, ma con il passare del tempo diventa un’abitudine come le altre.
Una dieta vegana richiede quindi di sostituire le proteine con altri alimenti, quali i legumi e i cereali per riuscire ad avere una dieta bilanciata e che non provochi deficit nutrizionali.
Tutte le ricette che si conoscono possono più o meno essere modificate secondo il regime alimentare vegano, che può anche risultare gustoso.
Il latte può essere sostituito con quello vegetale (di soia, al riso, alle mandorle, ecc), mentre le verdure apportano l’importante contributo delle fibre e aiutano a mantenere il peso forma.
I biscotti e i dolci si trovano in commercio anche senza grassi animali aggiunti e uova, oppure si possono preparare direttamente a casa, dolcificandoli con lo zucchero di canna o il succo di acero. Il vegan food punta alla sostenibilità del cibo, al rispetto per la natura e per l’ambiente in generale e per molti è legato a uno stile di vita.
Ci sono, però, come per tutte le diete, aspetti positivi e negativi.

vegan

Aspetti positivi del vegan food
Il lato positivo è che con la dieta vegana si consumano prodotti vegetali ricchi di sostanze notoriamente antitumorali e che difendono il sistema immunitario rendendo più forte.
Le sostanze animali sono infatti nemiche dell’organismo e accelerano la degenerazione cellulare.
Sono innumerevoli gli studi che hanno dato questa conferma e che dicono che i vegani hanno una minore incidenza delle tipiche patologie del mondo occidentale come diabete, colesterolo alto, ipertensione, sovrappeso, ecc.
E’ un ottimo metodo per non ingrassare e questo vale soprattutto per i ragazzi, che nelle società industrializzate tendono molto presto al sovrappeso e all’obesità anche da adulti.

Aspetti negativi
Il vegan food però ha anche aspetti negativi che riguardano il bilanciamento dei nutrienti. Non è infatti una dieta adatta a bambini in età pediatrica o comunque sotto i 10 anni e non va bene neppure per le donne in stato interessante. Non è consigliabile per le persone affette da patologie, con un fisico debilitato o per gli anziani.
Si potrebbe anche incorrere in una carenza di ferro, che però può essere rimpiazzata con integratori o con frutta secca e lo stesso vale per il calcio, visto che sono assenti i latticini. Chiedete sempre consiglio a un medico nutrizionista.

Per le tue esigenze affidati a degli esperti

Chi cerca una casa lo sa bene: le difficoltà che si incontrano durante questo processo di scelta sono davvero tantissime.

In primis, infatti, è necessario avere ben chiaro in mente cosa si cerca in un immobile e, di conseguenza, quali sono le caratteristiche più importanti a cui non si vuole assolutamente rinunciare; bisogna, poi, individuare le diverse soluzioni presenti sul mercato, capire in che modo rispondono alle proprie esigenze e selezionare quelle più adatte; in ultimo, vi è la fase conclusiva, che prevede l’accordo con il proprietario dell’immobile e la relativa stipula del contratto.
Eseguire tutte queste attività da soli è davvero impensabile: esse, infatti, non solo richiedono moltissimo tempo ma necessitano anche, e soprattutto, di alcune competenze specifiche grazie alle quali riuscire con successo nell’impresa di trovare la soluzione giusta.
Per questo motivo la scelta migliore per chi cerca case in vendita a San Giuseppe Vesuviano è senza dubbio quella di rivolgersi ad un’agenzia immobiliare: che sia per un affitto o per una compravendita, affidarsi a chi fa della ricerca delle soluzioni abitative più adatte per ogni specifico cliente il proprio lavoro assicura risultati più soddisfacenti, raggiunti nel minor tempo possibile.

open-house
Il ruolo di un’agenzia immobiliare, infatti, è proprio quello di guidare i possibili clienti in ogni fase del processo di ricerca di una casa e di soddisfarne le esigenze. Nello specifico, l’agente ascolta il cliente e cerca di capire bene quali sono le sue necessità, talvolta aiutandolo ad individuarne alcune a cui non aveva pensato; grazie al proprio ruolo, inoltre, l’agente immobiliare riesce a far incontrare domanda ed offerta, selezionando le soluzioni che meglio rispondono a quanto richiesto e conducendo personalmente il cliente a visionarle.
Durante la visione delle diverse case, l’agente immobiliare riesce a capire ancor meglio quali sono le caratteristiche di una casa su cui il potenziale cliente non vuole transigere e, di conseguenza, a proporre immobili ancor più in linea con le sue aspettative, fino a quando la soluzione perfetta non viene trovata.
Anche in questa fase conclusiva la figura dell’agenzia immobiliare è cruciale: essa, infatti, è a tutti gli effetti una garanzia per entrambe le parti che stipulano il contratto e dispone delle competenze necessarie per il disbrigo di tutte le pratiche burocratiche relative alla compravendita o alla locazione.
Rivolgersi ad un’agenzia immobiliare consente, quindi, di trovare la casa dei propri sogni in tempi rapidi e con nessuna fatica.

Viaggia tutelato

I viaggi in aereo possono essere molto comodi e piacevoli se non ci sono problemi dal punto di vista logistico, ma, allo stesso modo, possono trasformarsi in veri e propri incubi nel momento in cui qualche cosa non funzioni. Le incognite possono essere diverse. Cominciamo dal più classico degli inconvenienti che si possono verificare: la perdita della valigia. Una volta giunti a destinazione si aspetta inutilmente che il nastro trasportatore ci porti il bagaglio, ma, alla fine, scopriamo che non è arrivato. Una situazione fastidiosa e antipatica. Altri problemi che si possono verificare con facilità sono ritardi e cancellazione dei voli. Soprattutto nel caso di coincidenze con altri voli, questi possono essere situazioni che creano particolari disagi ai viaggiatori. Non occorre però farsi prendere dal panico. Esiste infatti una tutela per i passeggeri. La Carta dei Diritti dei Passeggeri, fortemente voluta dall’Unione Europea, permette ha chi subisce inconvenienti di varia natura di essere tutelato e risarcito del danno subito.
Parliamo, ad esempio anche di casi di overbooking: quando cioè una compagnia aerea permette un numero di prenotazioni superiore ai posti a disposizione. In questi casi la stessa compagnia deve garantire al passeggero la possibilità di un volo alternativo e di un rimborso nel caso non si tratti di un volo con le stesse condizioni di quello prenotato inizialmente. Come fare a farsi valere? Il consiglio, qualora abbiate dei problemi di varia natura con qualche compagnia aerea, è quello di rivolgersi ad un’agenzia specializzata nella tutela dei diritti del viaggiatore per saperne di più visita il sito www.risarcimentovolo.it . In questo modo verrà avviato l’iter burocratico necessario per la richiesta di risarcimento e non ci saranno problemi nella documentazione. Oggi in tanti fanno riferimento al Codacons, l’ente che si occupa di gestire tutte le situazioni di disagio che vedono coinvolti i consumatori. Parliamo dei ritardi nei trasporti, delle condizioni di viaggio inadeguate o dei bagagli smarriti. A disposizione dei clienti c’è un legale che fornisce una consulenza specifica a tutti coloro i quali hanno subito danni di varia natura. In molti casi vengono avviate delle procedure di risarcimento danni che terminano a buon fine. Sindacati o agenzie specifiche: non importa cosa scegliate, l’importante è fare riferimento a persone competenti che siano in grado di aiutarvi nel riconoscimento del danno subito e che vi aiutino a sentirvi maggiormente tutelati durante il viaggio.

Ricette gustose

Il pesce è uno degli ingredienti salutari che può essere utilizzato in cucina per realizzare ricette gustose e sfiziose. Perfetto per arricchire sia i primi piatti che i secondi.

Prima di cucinarli, tutti i pesci devono essere ben puliti e squamati raschiandoli partendo dalla coda per arrivare alla testa. Poi si devono svuotare facendo un’incisione sull’addome, quindi si devono eliminare le pinne, parte della coda e le branchie. Per finire vanno lavati sotto acqua fredda corrente, scolati ed asciugati.

Ecco le ricette di alcune pietanze a base di pesce:

1) Coda di rana pescatrice alla provenzale

Ingredienti per 4-6 persone:

1,5 kg. di coda di rana pescatrice,
un bicchiere di vino bianco secco,
timo q.b.;
alloro q.b.;
rosmarino q.b.;
olio extra vergine d’oliva;
4 pomodori maturi;
un peperone verde;
un peperone rosso;
un peperone giallo;
una cipolla;
un mazzetto di prezzemolo;
sale q.b.;
pepe q.b. (facoltativo)
un limone non trattato;
uno spicchio d’aglio (facoltativo)

Dopo aver pulito il pesce, introdurre al suo interno le erbe aromatiche. Scottare in acqua bollente i pomodori, pelarli e privarli dei semi.

Pulire i peperoni, privarli dei semi e tagliarli a filetti. Tagliuzzare la cipolla, dopo averla spelata e lavata, a fettine. Sminuzzare il prezzemolo e tritare l’aglio.

Versare in una marmitta un cucchiaio d’olio extra vergine ed aggiungere tutte le verdure. Salare e pepare. Mescolare tra loro gli ingredienti e lasciare marinare per circa quindici minuti.

In una pirofila aggiungere due cucchiai d’olio extra vergine ed adagiarvi il pesce. Irrorare con il vino, regolare di sale e pepe e coprire con le verdure marinate, dopo averle scolate dalla loro acqua. Distribuire sulla superficie alcune fette sottili di limone e cuocere in forno, a 175°, per circa 40-45 minuti spruzzare spesso il pesce con il sugo.

market-pesce

2) Polipo in umido

Ingredienti per 4 persone:

un polipo da 1,5 Kg.;
olio extra vergine d’oliva q.b.;
una cipolla;
2 spicchi di aglio;
tre cucchiaini di erbe aromatiche a scelta;
1 cucchiaio di farina bianca;
un bicchierino di cognac;
1 cucchiaio di pomodoro concentrato;
1 bicchiere di vino bianco secco;
erba cipollina q.b.;
sale q.b.;
pepe q.b. (facoltativo)

Dopo aver pulito il polpo tuffarlo in acqua salata in ebollizione per 5 minuti, sgocciolarlo e tagliarlo a pezzi.

In una pentola versare quattro cucchiai di olio, aggiungere la cipolla, l’aglio finemente tritato, le erbe aromatiche ed il polpo.

Cuocere per cinque minuti quindi irrorare con il cognac e fiammeggiare. Quando la fiamma scomparirà, spargere la farina ed aggiungere il concentrato di pomodoro.

Irrorare con il vino bianco mescolando. Il pesce dovrà essere interamente coperto dal liquido. Regolare di sale e di pepe. Far cuocere, a fuoco basso, per circa 30-40m minuti fino a quando il polpo risulterà morbido.

A cottura terminata, prima di servire il piatto, spolverizzare con l’erba cipollina fresca.

3) Rombo con patate

Ingredienti per 4 persone:

4 patate di media grandezza;
250 grammi di cipolle;
2 spicchi d’aglio;
1 rombo da 1,2 kg. circa;
3 dl vino bianco secco;
olio evo q.b.;
olive nere q.b.;
pomodorini ciliegina q.b.;
prezzemolo q.b.;
sale e pepe q.b.

Sistemare le patate, dopo averle tagliate a rondelle, in una teglia imburrata.

Tritare la cipolla e l’aglio distribuendo il triturato sopra le patate. Adagiare sopra il pesce, salare e pepare. Irrorare con il vino ed aggiungere l’olio.

Coprire il tegame e cuocere in forno a 180 gradi per circa 15-20 minuti.

A cottura avvenuta, sistemare la pietanza su un piatto da portata aggiungendo le olive ed i pomodorini.

Versare la salsa di cottura sul pesce e distribuire il prezzemolo tritato finemente.

Scegli il mezzo giusto per viaggiare

A costo di fare qualche sacrificio durante l’anno, io e mia moglie cerchiamo sempre di concederci una vacanza estiva, e lo scorso agosto abbiamo scelto di visitare per la prima volta le Isole Ionie, in Grecia.

Nei nostri viaggi all’estero, l’aereo è sempre stato un punto fermo, ma in questo caso abbiamo fatto un’eccezione: a meno di non spendere una fortuna, la soluzione più comoda avrebbe infatti previsto addirittura due scali con un pernottamento in aeroporto.
Cercando su internet abbiamo invece trovato interessantissime offerte sui traghetti: i porti pugliesi, infatti, sono collegati a numerose località greche, ed in estate c’è addirittura un collegamento diretto con l’isola di Cefalonia, che avevamo già individuato come base per la nostra vacanza, infatti abbiamo scelto tra i vari traghetti che da Bari arrivano a Cefalonia.


La scelta si è rivelata azzeccatissima: oltre al notevole risparmio in termini economici, bisogna sottolineare la comodità con la quale abbiamo viaggiato: le operazioni di imbarco al porto di Bari sono state molto rapide, ed il traghetto era dotato di ogni comfort; abbiamo trascorso la notte in una splendida cabina matrimoniale, ed il giorno successivo siamo approdati al porto di Sami perfettamente riposati, pronti per gustarci la nostra vacanza. Inoltre, avendo a disposizione la nostra auto, abbiamo evitato i costi di noleggio sul posto e limitato l’utilizzo dei mezzi pubblici.
Ciò che più mi ha colpito di Cefalonia è l’enorme varietà di colori che racchiude: il mare sembra possedere tutte le possibili sfumature di blu, che si mescolano con una sabbia bianchissima, oppure rossa (a causa dell’arenaria), come sulla spiaggia di Xi. Nell’entroterra, invece, crescono fitti boschi verdissimi all’ombra di rilievi che superano talvolta i 1600mt.
Un’isola in grado di accontentare sia chi è alla ricerca del più assoluto relax sulla spiaggia, sia chi ama le escursioni nella natura o è interessato alla storia del territorio; a questo proposito, consiglio di visitare il piccolo museo di Argostoli, località teatro del triste eccidio tedesco ai danni dell’esercito italiano nel ’43.
Cefalonia è situata a breve distanza da altre interessanti mete, facilmente visitabili con escursioni giornaliere; dapprima temevamo che la difficile situazione dell’economia greca potesse in qualche modo ripercuotersi sui servizi offerti ai turisti, ma ben presto abbiamo avuto modo di tranquillizzarci: i collegamenti tra le varie isole sono infatti piuttosto efficienti, e ciò ci ha permesso di trascorrere una splendida giornata alla scoperta della leggendaria Itaca ed una a Leucade.
Il ricordo più bello di questa vacanza resterà però l’isola di Zante, ed in particolare la spiaggia del Navagio, certamente la più bella che abbia avuto modo di vedere in vita mia; circondata da alti promontori vi si può approdare solo via mare, ma il consiglio è quello di raggiungere anche la terrazza panoramica sovrastante, così per poterla ammirare dall’alto: uno spettacolo che lascia davvero a bocca aperta!

Le teorie dei sociologi sul bullismo

Riguardo al bullismo e agli atti di prevaricazione alcuni sociologi hanno suggerito che i concetti naturali nella vita quotidiana vengono appresi attraverso esempi, pratica, esperienza, piuttosto che regole astratte, campate in aria o solo teoriche. Una teoria esemplare riguardo il bullismo propone un modo di vedere che si apprende attraverso  il concetto di astrattismo pratico, cioè una grande varietà di intrecci sociali atti a sviluppare un prototipo di ciò che il bambino riuscirà a fare. Altri hanno studiato prototipo apprendimento simultaneo delle tecniche di assertività per difendersi dal bullismo così alcuni studenti universitari, presentando una serie di teorie e chiedendo ai soggetti di riprodurre il le simulazioni delle prevaricazioni hanno compreso che è più facile stare fermi che reagire. Questo tipo di studio consente ai ricercatori di acquisire una comprensione del processo di concetto del bullismo e di apprendimento delle tecniche di difesa che possono essere viste sotto la lente di ingrandimento. Nel corso degli anni però gli studi si sono bloccati di fronte un dilemma e tutti sono di fronte a un numero infinito di possibilità e stimoli complessi. Il primo problema è la scelta dei pari, cioè come scegliamo

un gruppo di bambini per poi ordinarli nella simulazione? In altre parole i concetti dipenderanno da nostri interessi, dalle nostre capacità, dai valori e dalle esperienze  che diamo al posto in cui viviamo, all’ambiente, alle persone che ci circondano. Se consideri il lavoro degli psicologi, dei pedagogisti e dei sociologi sotto vari punti di vista, si noteranno delle incongruenze aberranti. Vivere in una suola per una persona può significare un compito spiacevole, un momento strano, triste, mentre per un altro si tratta di un mezzo per raggiungere la formazione, la crescita, lo sviluppo senza essere per questo ansiosi. Vivere la formazione come una forma di vita che ci aiuta a capire meglio il mondo in cui viviamo, così come noi stessi.

Umi il brand del futuro

Nell’ultimo decennio, il marchio UMI si è affermato in Cina con successo nel settore della telefonia, divenendo ben presto un simbolo di garanzia e qualità in continua espansione.

UMI può contare su un intero team di esperti creatori e produttori, che hanno fatto della tecnologia un vero e proprio stile di vita.
A partire dallo smartphone X1, per giungere all’ultimo, ancora in sola sponsorizzazione, UmiZero, si sono succeduti una serie di modelli perfettamente equilibrati: un mix d’alta tecnologia, design innovativi e materiali eco-sostenibili.
Curare ogni dettaglio nella produzione degli smartphone, e progettarli grazie a sofisticati hardware, è la missione UMI. E sembra riuscire alla perfezione perché i raffinati telefoni cellulari del brand, sbarcano anche in Italia con medesimo successo.
Acquistare uno smartphone UMI, significa possedere un cellulare unico, vi conquisterà inizialmente la forma di notevole impatto scenico. Un design talmente compatto da non avere rivali, l’ultimo tipo ha uno spessore di 6,4 mm, ciò significa che è più piccolo di qualunque altro smartphone sia mai stato messo in commercio. Ne giova non solo la linea, anche la maneggevolezza e la leggerezza, che a conti fatti non raggiunge i 140 gr.

Per ottenere una tale compattezza, mantenendo invariate se non sublimate le qualità, è stata studiata un’innovativa quanto geniale tecnica di produzione in lega d’alluminio e magnesio.
Possedere uno smartphone UMI, ad esempio il modello Iron, significa avere tra le mani un Full Hd di eccellente qualità, in una stupefacente fascia di prezzo che parte da 200 euro e non supera i 300 euro.
Gli intenditori sapranno che di solito, con una cifra del genere, si hanno qualità leggermente inferiori, gli smartphone UMI garantiscono invece:
– temperatura tarabile per colori più vivi,
– ottima luminosità anche all’aperto,
– touch perfetto e oleofobico,
– batterie fino a 3350 mAh con alta capacità e autonomia,
– fotocamera e multimedia ineccepibili,
– memoria interna da 16 gb più espandibile,
– software in continuo aggiornamento.
Un’altra dote incredibile, è il rafforzamento chimico che viene conferito al vetro di ogni telefono cellulare prima della messa in produzione, per una maggiore durata.
UMI, anche e soprattutto con l’ultima linea “Zero”, da poco lanciata, abbatte le vecchie frontiere e spalanca le porte a un nuovo modo di concepire gli smartphone.
Si conferma un brand affidabile e di qualità, per questo possedere uno degli smartphone Umi è considerato un lusso alla portata però di tutti.

I bavaglini non sono mai stati cosi innovativi

I bavaglini sono un elemento indispensabile per una neo-mamma che debba gestire il periodo dell’allattamento e dello svezzamento, fatto anche da piccoli rigurgiti che possono macchiare i vestiti del bebè. Se i classici bavaglini in cotone richiedono continui lavaggi in lavatrice per essere puliti, spesso sbiadendosi o bucandosi a causa delle temperature e dell’usura, ecco una novità che non richiederà lavoro in più alla mamma: i bavaglini in silicone. Allegri, colorati e divertenti, questi pratici bavaglini uniscono l’utilità alla comodità assoluta: sono infatti realizzati in silicone morbidissimo, privo di sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente come piombo, ftalati e BPA.
I bavaglini per neonato in silicone sono larghi abbastanza da proteggere gli indumenti del bimbo durante i pasti, persino quando il piccolo pasticcia con la pappa; inoltre, i colori sgargianti e le fantasie cromatiche accese richiamano la sua attenzione e trasformano anche il momento della pappa in un’esperienza giocosa e divertente.
baby
Anche la loro forma è studiata appositamente per attirare lo sguardo dei piccoli: ricalcando le sagome di animali e in tonalità molto accese e contrastanti, il bimbo se li lascerà mettere senza protestare e senza essere infastidito dai laccetti. Infatti, molti bavaglini in silicone possiedono una chiusura a gancio regolabile in diverse larghezze, a seconda del bambino.
Dopo l’utilizzo, i bavaglini in silicone possono essere lavati con semplice acqua calda e sapone e possono anche essere messi in lavastoviglie o sterilizzati, senza scolorire e senza che il calore rovini i colori e le stampe. Il silicone impermeabile è assolutamente anallergico, esattamente come quello utilizzato nella realizzazione di presidi medicali, quindi non irrita la delicata cute del bambino.
Utili in ogni momento anche fuori casa, ad esempio ai giardinetti per una merenda, i bavaglini possiedono anche una comoda tasca anteriore, per raccogliere le briciole perse durante il pasto. Dopo l’utilizzo, si pulisce con una comoda salviettina umida senza necessità di portare a casa bavaglini sporchi da lavare.
Molto pratici, igienici, economici e soprattutto ecologici a causa del ridotto utilizzo di detersivi, i bavaglini in silicone rappresentano un oggetto di cui mamma e papà non possono fare a meno.